Meccanica Applicata alle Macchine

Moto a regime

Il moto a regime si dice uniforme o assoluto se l’atto di moto di tutti i membri si mantiene costante in qualunque intervallo di tempo; altrimenti si dice periodico se l’atto di moto di tutti i membri si ripete dopo un intervallo di tempo (periodo).

Giunto idraulico

Un giunto idraulico è un’unità di trasmissione idrocinetica che permette di variare la velocità relativa tra tra motore e cedente, costituita da tre elementi principali: girante (pompa) di comando montato sull’albero di ingresso; girante (turbina) comandato montato sull’albero di uscita; copertura, angiata sul girante di uscita, con tenuta ad olio. I primi due elementi possono funzionare sia …

Giunto idraulico Leggi tutto »

Giunto meccanico

I giunti meccanici consentono di collegare due alberi trasmettendo potenza dall’uno all’altro. Gli alberi da collegare possono essere coassiali, o concorrenti o sghembi. Il caso più frequente è quello di alberi teoricamente coassiali: la coassialità è infatti alterata dalle imperfezioni tecnologiche di lavorazione e di montaggio e dalle deformazioni elastiche degli alberi da collegare e dei loro …

Giunto meccanico Leggi tutto »

Meccanica Applicata alle Macchine

La Meccanica Applicata alle Macchine (o più semplicemente Meccanica Applicata), è una branca dell’ingegneria che ha lo scopo di studiare il comportamento dei dispositivi meccanici di interesse applicativo utilizzando la metodologia ed i risultati della meccanica teorica. Lo studio delle interazioni superficiali fra i membri, modellati come corpi solidi, è un argomento fondamentale della Meccanica …

Meccanica Applicata alle Macchine Leggi tutto »

Coppia (accoppiamento meccanico)

In Meccanica Applicata, due membri contigui tra loro in contatto e collegati in modo che ciascuno possa muoversi rispetto all’altro, conservando il contatto, formano una coppia (intesa come accoppiamento meccanico). I caratteri identificativi di una coppia meccanica provengono dalla natura, dalla geometria, dalle proprietà cinematiche e dinamiche di contatto degli elementi attivi. Le macchine sono …

Coppia (accoppiamento meccanico) Leggi tutto »

Leva

La leva è una macchina semplice capace di amplificare una forza grazie all’applicazione del principio dell’equilibrio dei momenti. È costituita da un’asta rigida (detta potenza), capace di ruotare di un certo angolo attorno ad un punto fisso, detto fulcro. Pertanto tale configurazione assegna alla leva 2 bracci, che sono anche indicati con i termini di braccio della potenza \((b_p)\) e braccio della resistenza \((b_r)\) …

Leva Leggi tutto »

Catena

Si definisce catena l’insieme di due o più membri vincolati tra loro, la quale si dice chiusa o aperta a seconda che il primo e l’ultimo membro siano collegati oppure no. Una catena aperta può avere un numero di membri pari o superiore a due, mentre una catena chiusa deve necessariamente avere almeno tre membri. La catena in cui ognuno dei …

Catena Leggi tutto »

Macchina

In Meccanica, una macchina è un insieme di corpi resistenti detti membri, dotati di mobilità gli uni rispetto agli altri e capaci di trasmettere movimenti e forze secondo leggi prestabilite. Il termine “resistenti” riflette la capacità dei membri di assolvere ai compiti geometrici, cinematici, dinamici ed energetici assegnati, senza entrare nell’analisi dello stato tensionale che ne deriva. I membri …

Macchina Leggi tutto »

Vincolo

Il contatto tra due membri di una coppia determina inevitabilmente dei vincoli: ad essi corrisponde la limitazione delle possibilità di moto relativo, ossia la diminuzione dei gradi di libertà. Ogni “condizione restrittiva” che limita le posizioni e/o le velocità di un sistema si chiama un vincolo. Queste “condizioni restrittive” sono espresse da equazioni e/o disequazioni (anche differenziali) …

Vincolo Leggi tutto »

Corpo rigido

Si definisce corpo rigido un corpo materiale ideale (teorico) tale che le distanze tra punti assegnati dello stesso corpo rimangano costanti durante il funzionamento. Ossia, ogni particella in un corpo rigido mantiene definita la distanza reciproca con le altre particelle del corpo stesso, oltre che essere individuata dal suo vettore posizione, che è costante in un sistema …

Corpo rigido Leggi tutto »

Giunto

Nella Meccanica Applicata alle Macchine si definisce un giunto come un dispositivo capace di connettere e rendere solidali tra loro due estremità di due alberi (intesi come elementi di trasmissione) in modo tale che l’uno possa trasmettere un momento torcente all’altro. Tipologie di giunti I giunti trovano applicazione nei più disparati utilizzi, sia per la trasmissione del moto, …

Giunto Leggi tutto »

Pistone (o stantuffo)

Si chiama pistone o stantuffo quel membro di una macchina, animato di moto rettilineo alternativo, di sezione circolare che scorre all’interno di un cilindro, ricevendo (nelle macchine motrici) o esercitando (nelle macchine operatrici) una spinta dal/sul fluido contenuto nel cilindro stesso. Componenti e specifiche costruttive Uno stantuffo è caratterizzato da un mantello che ne costituisce la parte laterale (a contatto con …

Pistone (o stantuffo) Leggi tutto »

Motore elettrico

Un motore elettrico è una macchina di conversione elettromeccanica dell’energia (cioè capace di convertire l’energia elettrica in energia meccanica), costituiti da una parte fissa (statore) e da una parte mobile (rotore o slittore, a seconda che la macchina sia di tipo ruotante o lineare) separate da una piccola intercapedine di aria di spessore uniforme, chiamata traferro. Classificazione dei …

Motore elettrico Leggi tutto »

Treno planetario

Sono chiamati treni planetari o epicicloidali quei rotismi nei quali gli assi di una o più ruote sono mobili: queste ultime sono accoppiate ad un membro mobile detto telaio portatreno. A seconda delle applicazioni un membro può essere fisso (ottenendo un meccanismo ad 1 g.d.l.) oppure non esiste alcun membro fisso ed il meccanismo assume 2 g.d.l. I treni planetari …

Treno planetario Leggi tutto »

Puleggia

Una puleggia è un organo di trasmissione del moto, costituito da una ruota scanalata girevole intorno al proprio asse; essa può eventualmente essere dotata di una o più gole per accogliere altrettante funi, corde, cavi, cinghie o simili. Può ruotare libera sul proprio asse per guidare o rinviare, oppure essere calettata ad un albero motore per imprimere movimento. …

Puleggia Leggi tutto »

Spistonamento

Si definisce spistonamento un danno di grave entità (deformazione o rottura) alle parti mobili di una macchina motore a pistoni, dovuto principalmente al consumo dei supporti del pistone. L’aumento di giochi tra le parti mobili iniziano un processo di usura accelerata. Lo spistonamento può provocare la rottura della biella, delle valvole e delle puntine. Quest’evenienza si ha …

Spistonamento Leggi tutto »

Ruota dentata

Le ruote dentate, siano esse piane o coniche, con qualunque tipo di dentatura siano state costruite, rappresentano, insieme alle corrispondenti ruote di frizione, la soluzione al problema della trasmissione del moto fra una coppia di assi, rispettivamente paralleli o concorrenti in un punto, e con un rapporto di trasmissione costante. Quando si vuole che tale …

Ruota dentata Leggi tutto »

Innesto

Gli innesti sono meccanismi che consentono di stabilire o di interrompere a comando il collegamento fra due alberi. Sono indispensabili quando occorra accoppiare due parti di un sistema aventi velocità diverse. È il caso, ad esempio, del collegamento tra il motore e le ruote negli autoveicoli con motore termico. Infatti i motori a combustione interna …

Innesto Leggi tutto »

Torna su