Equazione

In Matematica, le equazioni sono delle uguaglianze tra monomi o polinomi, per le quali lo scopo è quello di cercare il valore numerico di una o più variabile letterale, detta anche incognita (ad esempio: \(x\)), che verifica (ossia rende vera) tale uguaglianza. Tale valore è chiamato soluzione o radice dell’equazione.

Dizionario

EtimologiaIl temine equazione deriva dal latino aequatio che deriva da aequare cioè “uguagliare” (compare per la prima volta nella letteratura matematica nel Liber Abaci (1202) di Leonardo Pisano o Fibonacci); per tale motivo la sua definizione matematica si riferisce ad una uguaglianza tra due espressioni contenenti una o più variabili dette incognite.
Sillabazionee | qua | zió | ne
IPA/ekwatˈtsjone/

Tipologie di equazioni

Le equazioni possono essere:

  • intere: se l’incognita è presente solamente a numeratore;
  • fratte: se l’incognita è presente anche al denominatore;
  • determinate: se possiedono soluzioni in numero finito;
  • indeterminate: se possiedono soluzioni in numero infinito;
  • impossibili: se non possiedono alcuna soluzione.
Torna su