Conduttore termico

Si definisce conduttore termico, quel materiale che ha proprietà tali da favorire il flusso di calore al suo interno e dunque la conduzione termica.

Sono buoni conduttori di calore tutti i metalli, ma non tutti nella stessa misura. Il miglior conduttore di calore è l’argento. Un buon conduttore è anche l’oro. Sono esempi di cattivi conduttori di calore tutti i semimetalli, il vetro, il legno e il sughero.

In genere i materiali che sono buoni conduttori di calore sono anche buoni conduttori elettrici. Bisogna comunque notare che nel caso dei metalli la corrente elettrica corrisponde al fatto che gli elettroni nel materiale, che altrimenti si muovono in modo casuale in tutte le direzioni, tendono a spostarsi nel tempo in una certa direzione, mentre i nuclei sono fermi. Invece la conduzione di calore corrisponde ad un’oscillazione dei nuclei intorno ad una posizione media di riposo nella struttura, quindi è una trasmissione di energia cinetica (urti).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su