Interferometro di Fabry-Pérot

L’interferometro di Fabry-Pérot è un dispositivo comunemente usato per misurare la lunghezza d’onda della luce, e nella costruzione dei laser.

Si tratta di una lastra trasparente di con due superfici semiriflettenti. La luce, una volta penetrata, viene riflessa avanti e indietro tra le due superfici, ed è soggetta al fenomeno dell’interferenza.

Nello spazio tra le due superfici quindi si creano onde stazionarie, come accade in una cavità risonante, e le frequenze non in risonanza subiscono interferenza distruttiva, e perciò si cancellano tra loro, mentre quelle in risonanza subiscono interferenza costruttiva, e perciò vengono trasmesse.

Il risultato netto è che il dispositivo è in grado lasciar passare solo la luce che ha una ben precisa frequenza (entro un intervallo che dipende dall’efficienza delle riflessioni che avvengono all’interno della lastra).

La lunghezza d’onda della luce trasmessa dipende dalla larghezza della lastra, dal materiale di cui essa è composta, e dalla lunghezza d’onda della luce incidente.