Grandezze fotometriche

Le grandezze fotometriche sono grandezze fisiche definite a partire dalle grandezze radiometriche mediante pesatura con la curva di risposta spettrale dell’occhio umano (detta funzione di efficienza luminosa fotopica spettrale relativa). Ad ogni grandezza radiometrica corrisponde una grandezza fotometrica pesata sul fattore di visibilità relativo; dato che questo risulta uguale a zero al di fuori del campo visivo (380÷780 nm) ne consegue che le grandezze fotometriche riguardano il range tra 380 e 780 nm.

Vengono impiegate al posto delle grandezze radiometriche in quanto queste ultime non sono direttamente utilizzabili nella scienza del colore, mentre le grandezze fotometriche quantificano l’emissione luminosa in termini della risposta del sistema visivo umano, il quale presenta sensibilità non uniforme alle diverse lunghezza d’onda.

Torna su