Fissione nucleare

In Fisica, più nello specifico in Fisica nucleare, la scissione o fissione nucleare è un particolare processo di disintegrazione fisico-nucleare in cui il nucleo atomico di un elemento chimico pesante (ad esempio uranio-235 o plutonio-239), se opportunamente bombardato con neutroni, decade in frammenti di minori dimensioni, ovvero in nuclei di atomi a numero atomico inferiore (di carica positiva, che si respingono con violenza allontanandosi con elevata energia cinetica), con emissione di una grande quantità di energia e radioattività.

Con la fissione si liberano anche almeno altri due neutroni, che possono a loro volta provocare altre fissioni innescando reazioni a catena.

L’energia cinetica dei frammenti di fissione si trasforma in calore, cioè energia termica, utile per produrre vapore con cui alimentare una turbina e ricavare energia elettrica. La fissione di 1 grammo di uranio produce un quantitativo di energia pari a quella ottenibile dalla combustione di circa 2800 kg di carbone.

Torna su