Emissività

L’emissività è quel parametro che definisce lo scostamento, in termini emissivi, di un corpo non nero da un corpo nero. Questo parametro, inoltre, descrive questo scostamento sia in termini globali che spettrali.

Emissività spettrale

L’emissività spettrale (\(\eta_{\lambda}\)) indica di quanto l’emissione specifica del corpo \(\varepsilon (\lambda , T,N)\) è minore della emissione specifica del corpo nero \(\varepsilon_0(\lambda , T)\); lunghezza d’onda per l’unghezza d’onda.

\[\eta_{\lambda}=\dfrac{\varepsilon(\lambda , T,N)}{\varepsilon_0(\lambda , T)}\]

  • se \(\eta_{\lambda}=1\) il corpo è nero;
  • se \(\eta_{\lambda}<1\) il corpo non è nero, pertanto per ogni frequenza a parità di temperatura emette meno del corpo nero;
  • se \(\eta_{\lambda}=0\) il corpo non è emissivo, ma solo per un certo numero di intervalli di lunghezza d’onda, in quanto trovandosi a temperatura comunque diversa dallo zero assoluto emetterà comunque energia termica.

Emissività globale

L’emissività globale (\(\eta\)) è pari alla media pesata delle emissività spettrali avendo come peso l’emissione specifica del corpo nero (\(\varepsilon_0(\lambda , T)\)).

\[\eta =\dfrac{J}{J_0}=\dfrac{\displaystyle\int_{0}^{\infty}{\varepsilon(\lambda,T)d\lambda}}{\displaystyle\int_{0}^{\infty}{\varepsilon_0(\lambda,T)d\lambda}}\]

La relazione esistente tra l’emissività spettrale e quella globale si realizza nel corpo grigio, perché l’emissività spettrale è uniforme per tutte le lunghezze d’onda (per i corpi grigi), quindi essendo \(\eta_{\lambda}=cost\)

\[\eta=\eta_{\lambda}\]