Campo elettrico

Il campo elettrico è stato introdotto da Michael Faraday e viene definito come un campo vettoriale di forze (rappresentato nello spazio attraverso linee dette linee di campo) generato dalla presenza di una o più cariche elettriche o di un campo magnetico variabile nel tempo. Il campo elettrico si propaga alla velocità della luce ed esercita una forza su ogni oggetto elettricamente carico. Insieme al campo magnetico esso costituisce il campo elettromagnetico, responsabile dell’interazione elettromagnetica.

Calcolo dell’intensità del campo elettrico

L’intensità del campo elettrico viene rappresentata tramite un vettore, tipicamente indicato con il simbolo \(E\), che indica, punto per punto, la forza \(f\) che agisce sulla carica unitaria positiva \(q\) posta nel punto; si ha dunque la seguente relazione:

\[E=\dfrac{f}{q}\]