Meroedria

Si definisce meroedria la proprietà di alcuni cristalli di avere una simmetria minore rispetto a quella prevista dalla classe oloedrica di appartenenza.

I cristalli con un numero di facce pari alla metà di quello della classe oloedrica, e con un grado di simmetria inferiore, rientra a far parte delle classi emiedriche, mentre quelli che presentano solo un quarto delle facce della classe oloedrica e un grado di simmetria più basso di quello delle emiedriche appartengono a classi dette tetartoedriche.

Detta proprietà può essere spiegata supponendo che al posto dei punti materiali costituenti un reticolo cristallino, vi siano dei complessi di atomi costituenti una o più unità stechiometriche del composto. Tali punti materiali del reticolo risulterebbero essere i baricentri di questi complessi di atomi, la cui disposizione spaziale può abbassare la simmetria del reticolo stesso.