Idrofobia (idrofobo)

Per idrofobia, o idrofobicità, si intende quella proprietà fisica della materia, di respingere (non assorbire e non trattenere) l’acqua sulla loro superficie.

Si dice dunque idrofobo quel composto chimico o gruppo funzionale che, a causa della struttura poco o per nulla polarizzata, mostra affinità per solventi organici apolari o poco polari ma non per l’acqua; se quest’ultima è usata come solvente, un composto idrofobo di opportune dimensioni molecolari non si scioglie ma dà origine a una dispersione. Il composto idrofobo può invece essere sciolto in un opportuno solvente organico.