Elastomero

Si definisce elastomero un materiale macromolecolare (polimero naturale o sintetico) che sottoposto ad elevata deformazione (stiramento con allungamento anche fino a 5 o 10 volte la lunghezza iniziale) entro un certo intervallo di temperatura, dopo la rimozione dello sforzo applicato ritorna alla forma ed alla dimensione iniziale.

Caratteristiche chimiche

Le principali caratteristiche chimiche degli elastomeri sono:

  • sono costituiti da molecole lineari ad alto peso molecolare;
  • presenza lungo la molecola polimerica di gruppi reattivi che consentono la reticolazione (cross linking, equivalente alla vulcanizzazione);
  • capacità di accettare cariche rinforzanti e di aggiungere, dopo la reticolazione, soddisfacenti proprietà meccaniche.

Caratteristiche meccaniche

Gli elastomeri, a seconda delle loro natura, possono possedere caratteristiche meccaniche diverse come ad esempio:

  • flessibilità a temperatura ambiente;
  • deformazione permanente trascurabile;
  • elevato carico di rottura;
  • resistenza all’abrasione;
  • resistenza alle alte temperature;
  • resistenza alla lacerazione;
  • resistenza all’ossidazione ed all’ozono;
  • resistenza all’invecchiamento ed alla luce;
  • resistenza ai solventi ed all’olio.

Elastomeri sintetici commerciali

  • Copolimeri etilene-propilene EPM
  • Gomma acrilica
  • Gomma butile (IIR)
  • Gomma fluorurata
  • Gomma SBR (copolimeri stirene-butadiene)
  • Gomma polibutadienica (BR)
  • Gomma poliisoprenica (IR)
  • Gomma nitrile (NBR)
  • Gomma siliconica
  • Gomma poliuretanica
  • Gomma poliestere satura
  • Gomma polietere
  • Termopolimeri etilene-propilene EPDM
  • Policloroprene (o neoprene CR)