Skip to content

Ingegneria

Chiariflocculazione

La chiariflocculazione è un processo di trattamento chimico-fisico applicato generalmente per la chiarificazione di acque contenenti un alto valore di solidi sospesi ed altre sostanze inquinanti, e consiste principalmente nella precipitazione di sostanze sospese non sedimentabili (e, se presenti in soluzione, anche le sostanze sedimentabili) che durante questo processo formano via via aggregati di maggiori dimensioni e di peso fino…

Leggi tutto

Flocculazione

Con il termine flocculazione si definisce il processo chimico-fisico di un sistema colloidale in cui la fase solida tende a separarsi formando dei fiocchi in sospensione. Alla base del processo si verificano fenomeni di adsorbimento, mentre il pH, la temperatura e la forza ionica sono fattori ambientali che non solo influenzano fortemente la flocculazione, ma…

Leggi tutto

Elettroforesi

L’elettroforèsi (termine introdotto da Michaelis nel 1909 per indicare inizialmente la migrazione di particelle colloidali elettricamente cariche) è una tecnica analitica e separativa basata su di un fenomeno elettrocinetico, ossia, sul movimento di particelle elettricamente cariche immerse in un fluido, generato per effetto di un campo elettrico applicato mediante una coppia di elettrodi al fluido…

Leggi tutto

Dielettroforesi

La dielettroforesi (detta anche DEP, dall’inglese “dielectrophoresis”) è un fenomeno elettrocinetico per il quale una forza viene esercitata su una particella dielettrica quando è soggetta ad un campo elettrico non uniforme. Questa forza non richiede che la particella sia elettricamente carica. Tutte le particelle esibiscono un’attività di tipo dielettroforetica in presenza di campi elettrici. Tuttavia,…

Leggi tutto

Elettrodecantazione

L’elettrodecantazione è un fenomeno di stratificazione, a seguito di un processo di sedimentazione per effetto di un campo elettrico. Le apparecchiature che sfruttano questo fenomeno si chiamano elettrodecantatori. L’elettrodecantazione trova applicazione in procedimenti industriali che fanno uso di dispersioni colloidali, come ad esempio la concentrazione del lattice di gomma. Il processo di elettrodecantazione può essere…

Leggi tutto

Decantazione

La decantazione (o sedimentazione per gravità) è un metodo fisico effettuato tramite apparecchi appositi, chiamati decantatori, che consentono la separazione delle fasi che compongono una miscela (solido-liquido, gas-solido, liquido-liquido immiscibili a diversa densità) o una sospensione basata sul processo della sedimentazione spontanea per effetto della forza di gravità. Tale processo risulta quindi tanto più efficace…

Leggi tutto

Sedimentazione

La sedimentazione è un processo fisico che avviene sia naturalmente che in condizioni indotte, per il quale le particelle solide sospese in un liquido vengono separate per accumulo (chiamato infine sedimento) per effetti di un campo di forza (decantazione o sedimentazione per gravità) o centrifugazione (sedimentazione centrifuga) o anche per effetto di un campo elettrico…

Leggi tutto

Mebibyte (mega-binary-byte)

Con il termine mebibyte (MiB) si definisce l’unità di misura dell’informazione o della quantità di dati. Un mebibyte è un multiplo del byte, corrispondente a \(2^{20} = 1.048.576\) byte, ed è spesso e volentieri scambiato (o confuso soprattutto in ambito commerciale) con il megabyte, che rappresenta la potenza di 10 più vicina al suo valore, ossia \(10^6 =…

Leggi tutto

Compressore volumetrico alternativo

I compressori volumetrici alternativi sono macchine operatrici che trasferiscono energia meccanica ad un fluido comprimibile (principalmente gas) mediante pareti mobili. Il meccanismo da cui trae origine è il manovellismo di spinta. I compressori alternativi sono caratterizzati dalla presenza di una camera a volume variabile realizzata tramite il moto alterno di uno stantuffo (pistone) all’interno di…

Leggi tutto

Bug (baco informatico)

In informatica un bug, in italiano detto anche baco, identifica un errore nella scrittura del codice sorgente di un software. Questi errori possono creare sia malfunzionamenti che, nei casi particolarmente gravi, rendere vulnerabile ad attacchi informatici il dispositivo sul quale è installato il software. Approfondimento: Chi ha inventato il termine “bug”?

Leggi tutto

Centro di istantanea rotazione

In meccanica applicata alle macchine, si definisce centro di istantanea rotazione quel punto del piano della figura mobile che nella posizione considerata ha velocità nulla; le sue proprietà sono: tangente alla traiettoria e raggio cinematico (congiungente il punto con il centro istantaneo di rotazione) sono ortogonali. Ciò significa che le normali alle tangenti alle traiettorie…

Leggi tutto

Rete elettrica

Per rete elettrica si intende un sistema elettrico comunque complesso, realizzato utilizzando componenti elettrici, in cui circolano una o più correnti elettriche. In una rete elettrica si possono individuare diversi elementi topologici: maglia: è un possibile percorso chiuso della rete elettrica; ramo: è un tronco della rete elettrica, compreso tra due nodi, percorso da una sola…

Leggi tutto

Legge di Stevino

La legge di Stevino è uno dei principi fondamentali dell’idrostatica il quale afferma che: la pressione esercitata da un fluido incomprimibile (arbitrariamente scelto) su di un corpo immerso al suo interno dipende solamente dalla quota \(h\) a cui si trova il corpo e dalla densità \(\rho\) del fluido stesso moltiplicato per l’accelerazione di gravità \(g\).…

Leggi tutto

Equazione globale dell’equilibrio statico dei fluidi

L’equazione globale dell’equilibrio statico definisce che la risultante delle forze di massa agenti sopra un generico volume di fluido (in quiete) è uguale ed opposta alla spinta agente (dall’esterno verso l’interno) sulla superficie di contorno che lo delimita. Essa è: \[G+\Pi =\int_V\rho FdV+\int_A PndA=0\] dove \(A\) è la superficie di contorno, il primo integrale \(G\)…

Leggi tutto

Equazione indefinita della statica dei fluidi

L’equazione indefinita della statica dei fluidi è una relazione fra grandezze caratterizzanti l’equilibrio o il moto dei fluidi, con valenza per un qualsiasi punto del sistema: più precisamente, per l’elemento infinitesimo all’intorno del punto sul quale agiscono le forze di massa e di superficie. In definitiva la risultante di tutte le forze superficiali vale: \[F_s=-\left(\frac{\partial P}{\partial…

Leggi tutto

Fotonica

La fotonica è un campo della scienza e dell’ingegneria, che promette di rimpiazzare gli attuali sistemi di calcolo, di elaborazione dei segnali, di monitoraggio e di comunicazione, basati sulla manipolazione di elettroni, con sistemi molto più efficienti, basati invece sulla manipolazione dei fotoni. Alla base della fotonica ci sono i concetti, le leggi ed i…

Leggi tutto

Incertezza

Si definisce incertezza di una misura la stima della dispersione dei valori “attribuibili” al misurando. Viene associata al valore della misura come segue nell’esempio (misura di un diametro): \[D=47\pm 0,1\;mm\]

Leggi tutto

Gilsonite

La Gilsonite, dal nome di Samuel Gilson che ne è stato il promotore a partire dal 1886, è un idrocarburo resinoso naturale storicamente scoperto nel bacino dello Uintah nel nord-est dello Utah e presente anche in Colorado, Iran e Colombia. Questo asfalto naturale è simile ad un asfalto derivante dal petrolio ed è spesso chiamato asfalto…

Leggi tutto

Tecnologia MEMS

La tecnologia MEMS (acronimo di Micro Electro Mechanical Systems) è una tecnologia di fabbricazione di dispositivi microelettronici che, unendo i principi della tecnologia elettronica basata sul silicio con la micromachining, consente di realizzare dispositivi “intelligenti” ad elevata integrazione tra circuiti elettronici e dispositivi opto-meccanici, su uno stesso chip. I notevoli vantaggi di questa tecnologia sono: il minor assorbimento di energia, minor…

Leggi tutto

Bacino idrogeologico

Un bacino di cui si considerano anche le acque che scorrono sotto la superficie terrena viene detto bacino idrogeologico, proprio per la componente sotterranea delle acque risulta molto più difficoltoso individuare lo spartiacque e quindi delimitare il bacino idrogeologico che quello idrografico. Lo sviluppo topografico del bacino idrogeologico può coincidere con quello del bacino idrografico,…

Leggi tutto

Bacino idrografico

In Idraulica, si definisce bacino idrografico (superficiale, detto anche bacino imbrifero se le acque raccolte sono solo quelle dovute alle precipitazioni meteoriche) quel luogo o area geografica (delimitata da uno spartiacque topografico) capace di raccogliere le precipitazioni atmosferiche o provenienti dalla fusione di ghiacciai o nevai e le incanala, trasformandole così in deflussi superficiali che…

Leggi tutto

Parallam – Parallel strand lumber (PSL)

Il Parallam© è un materiale composito ottenuto dall’unione di lunghi e sottili listelli di legno opportunamente selezionati ed essiccati, impregnati con resina idrorepellente, orientati e stagionati sotto pressioni elevate e con l’ausilio di energia a microonde. I listelli di legno più comunemente utilizzati provengono da alberi come l’abete, il pino, la cicuta ed il pioppo giallo.…

Leggi tutto

Corrente fluida stazionaria

In Idraulica e Meccanica dei fluidi, una corrente fluida si definisce corrente stazionaria quando la sua portata attraverso la condotta risulta essere costante.

Leggi tutto

Statica dei fluidi

La statica dei fluidi, spesso detta anche idrostatica o fluidostatica, è una branca della meccanica dei fluidi che studia i fluidi in stato di quiete, cioè ogni corpo continuo per cui sia valida la legge di Pascal con velocità media costante nel tempo e vettorialmente omogenea nello spazio. Voci correlate Equazione indefinita della statica dei…

Leggi tutto

Reologia

La reologia è la Scienza che studia il moto e la deformazione dei materiali, oltre agli sforzi che ad essa si ricollegano, con particolare riguardo ai fluidi non newtoniani. In altre parole la reologia si occupa di studiare il comportamento di quelle sostanze che posseggono contemporaneamente caratteristiche di elasticità e viscosità.

Leggi tutto

Linee di emissione (o di fumo)

In Meccanica dei fluidi, si definiscono linee di emissione quelle traiettorie occupate dalle particelle di fluido in moto in una condotta. Definiscono la posizione che in un determinato istante occupano le particelle passate in precedenza, per un fissato punto del campo di moto. Sono anche dette linee di fumo perché corrispondono alle curve disegnate dal…

Leggi tutto

Spinta idrostatica

La spinta idrostatica è una forza che agisce su di una superficie, diretta perpendicolarmente ad essa, con modulo pari al prodotto della pressione nel suo baricentro (centro di massa) per l’area della superficie stessa. \[\vec{S}=\int_{\sigma}P\vec{n}d\sigma = \int_{\sigma}\rho gh\vec{n}d\sigma\] se il piano dei carichi idrostatici passa per il baricentro della superficie, la spinta è nulla ed…

Leggi tutto

Alesaggio

Si definisce alesaggio il diametro della sezione interna di un cilindro appartenente ad una macchina motrice tipicamente endotermica o utilizzata per la compressione di fluidi.

Leggi tutto

Cilindrata

Si definisce cilindrata il volume d’aria teoricamente aspirato durante un ciclo di funzionamento da una macchina volumetrica. Pertanto la sua unità di misura viene indicata generalmente con il centimetro cubo, oppure in litri; negli USA si usa in alcuni casi il pollice cubico. Nel caso di una macchina alternativa, la cilindrata si calcola considerando il…

Leggi tutto

Spistonamento

Si definisce spistonamento un danno di grave entità (deformazione o rottura) alle parti mobili di una macchina motore a pistoni, dovuto principalmente al consumo dei supporti del pistone. L’aumento di giochi tra le parti mobili iniziano un processo di usura accelerata. Lo spistonamento può provocare la rottura della biella, delle valvole e delle puntine. Quest’evenienza si ha…

Leggi tutto

Giunto

Nella Meccanica Applicata alle Macchine si definisce un giunto come un dispositivo capace di connettere e rendere solidali tra loro due estremità di due alberi (intesi come elementi di trasmissione) in modo tale che l’uno possa trasmettere un momento torcente all’altro. Tipologie di giunti I giunti trovano applicazione nei più disparati utilizzi, sia per la trasmissione del…

Leggi tutto

Cortocircuito

In Elettrotecnica si definisce cortocircuito un collegamento fra due punti di un circuito elettrico che ha resistenza prossima allo zero, ciò impone una tensione quasi nulla (o trascurabile) ai suoi capi e non impone vincoli sulla corrente che passa attraverso di esso, che può assumere valori molto elevati. Cortocircuito ideale Si definisce, invece, cortocircuito ideale un bipolo…

Leggi tutto

Misura

I processi conoscitivi con i quali l’uomo si pone in rapporto con le entità ed i fenomeni presenti nell’universo, si possono distinguere e classificare in base alle caratteristiche ed alle proprietà che tali entità e fenomeni manifestano. Per cui, tale valore associato alla grandezza in oggetto di studio, viene chiamato misura della grandezza fisica. Il risultato…

Leggi tutto

Bipolo elettrico

Si definisce bipolo elettrico un dispositivo elettrico dotato di due terminali, o morsetti, attraversati da due correnti uguali (in verso e valore) che permettono il collegamento e l’interazione con un circuito elettrico. Ad ogni bipolo elettrico sono associate due grandezze elettriche: la differenza di potenziale \(\Delta V\) presente ai suoi capi e l’intensità di corrente \(I\) che…

Leggi tutto

Accelerometro

Un accelerometro è uno strumento di misura in grado di rilevare e/o misurare l’accelerazione, effettuando il calcolo della forza rilevata rispetto alla massa dell’oggetto (forza per unità di massa). Pertanto il principio di funzionamento di un accelerometro si basa sulla rilevazione dell’inerzia di una massa quando viene sottoposta ad un’accelerazione. La massa viene sospesa ad un elemento elastico, mentre un qualche tipo di…

Leggi tutto

Differenza di potenziale elettrico

Si definisce differenza di potenziale (d.d.p.) o tensione elettrica, la differenza di energia potenziale elettrica presente tra due punti carichi nello spazio, sorgenti di un campo elettrico; indica l’energia o il lavoro necessari a separare cariche elettriche di segno opposto. In Metrologia, il Sistema Internazionale stabilisce che l’unità di misura della differenza di potenziale elettrico è…

Leggi tutto

Fluido reopectico (o reopessico)

Si definiscono fluidi reopectici (detti anche reopessici o reopettici) quei fluidi a comportamento dipendente dal tempo, che al contrario dei fluidi tissotropici, all’aumentare del tempo, gli sforzi tangenziali continuano a crescere fino a diventare, in qualche caso, talmente grandi al punto che il fluido assume l’aspetto ed il comportamento di un solido (la viscosità aumenta in funzione del tempo…

Leggi tutto

Fluido tissotropico (o tixotropico)

Si definiscono fluidi tissotropici (detti anche tixotropici) quei fluidi a comportamento dipendente dal tempo il cui sforzo tangenziale diminuisce gradualmente nel tempo, per tendere infine ad un valore limite, in corrispondenza del quale il fluido si comporta come newtoniano. I sistemi tissotropici, tipicamente, contengono particelle asimmetriche che mediante numerosi punti di contatto costituiscono, all’interno del mezzo, una…

Leggi tutto

Fluido plastico alla Bingham

I fluidi che presentano comportamento di tipo plastico alla Bingham hanno velocità di deformazione nulla finché la sollecitazione tangenziale (forza di taglio) non supera un certo valore soglia (\(\tau_0\)), che prende il nome di “limite di scorrimento”. Superato questo valore, il fluido si comporta come newtoniano. L’equazione che rappresenta questo comportamento è l’equazione di Bingham: \[\tau = \frac{\partial…

Leggi tutto

Fluido dilatante

Si definiscono fluidi dilatanti quella tipologia di fluidi (a comportamento indipendente dal tempo) in cui lo scorrimento inizia anche per azione di forze modeste; ovvero presentano comportamento opposto a quello dei fluidi pseudoplastici. La viscosità apparente aumenta con la velocità di deformazione: shear thickening. Il flusso dilatante è caratteristico delle sospensioni molto concentrate (oltre il 50% in peso) di…

Leggi tutto

Fluido pseudoplastico

Si definiscono fluidi pseudoplastici quella tipologia di fluidi non newtoniani (a comportamento indipendente dal tempo) che presentano una forte resistenza al moto per piccole velocità, resistenza che però decresce al crescere della velocità; in altre parole il coefficiente di viscosità (\(\mu\)) diminuisce al crescere dello sforzo di taglio. A differenza dei fluidi newtoniani, il reogramma ha un andamento…

Leggi tutto

Fluido non newtoniano

Si definiscono fluidi non newtoniani quei fluidi per cui la viscosità dinamica \(\mu\) è dipendente anche dalla velocità di deformazione: \[\mu =\mu (T,P,\dot{\gamma})\] Fondamentalmente si distinguono tre classi: fluidi le cui caratteristiche reologiche sono indipendenti dal tempo; fluidi per cui il legame fra sforzi e deformazioni dipende dalla durata dello sforzo o della deformazione; fluidi che possiedono…

Leggi tutto

Fluido newtoniano

Si definiscono fluidi newtoniani quei fluidi che sottoposti all’azione di sforzi defluiscono con una velocità di flusso che aumenta linearmente con l’aumentare dell’intensità degli sforzi applicati (lo sforzo è proporzionale alla velocità di deformazione). In questo caso la viscosità è costante e dipende solo dalla pressione e dalla temperatura. Per i fluidi newtoniani si osserva che: \[\tau=\mu\dot{\gamma}=\mu\dfrac{du}{dt}\] dove:…

Leggi tutto

Tensione a vuoto

Si definisce tensione a vuoto \(V_0\), la differenza di potenziale presente ai morsetti di un bipolo quando è nulla la corrente che vi circola, ovvero quando i due morsetti del bipolo sono sconnessi dal circuito elettrico. Il suo valore è dato dalla tensione nel punto di intersezione della caratteristica esterna con l’asse delle tensioni \(I = 0\).

Leggi tutto

Fulmicotone

Il fulmicotone è prodotto dall’operazione di nitrazione del cotone, impiegato come esplosivo secondario nei detonatori e alcune tipologie di polveri da lancio.

Leggi tutto

Metrologia

La metrologia è la disciplina, o meglio, la scienza che studia e definisce i procedimenti per eseguire la corretta misurazione di grandezze fisiche; stabilendo metodi e sistemi di misura uniformi e riproducibili, oltre che le relative unità di misura in base a un’opportuna scelta delle grandezze fondamentali e dei relativi campioni. Concetti base di Metrologia…

Leggi tutto

Interferometro di Fabry-Pérot

L’interferometro di Fabry-Pérot è un dispositivo comunemente usato per misurare la lunghezza d’onda della luce, e nella costruzione dei laser. Si tratta di una lastra trasparente di con due superfici semiriflettenti. La luce, una volta penetrata, viene riflessa avanti e indietro tra le due superfici, ed è soggetta al fenomeno dell’interferenza. Nello spazio tra le…

Leggi tutto

Corpo rigido

Si definisce corpo rigido un corpo materiale ideale (teorico) tale che le distanze tra punti assegnati dello stesso corpo rimangano costanti durante il funzionamento. Ossia, ogni particella in un corpo rigido mantiene definita la distanza reciproca con le altre particelle del corpo stesso, oltre che essere individuata dal suo vettore posizione, che è costante in un…

Leggi tutto

Trasmissione (meccanica)

Trasmissione del moto con membri flessibili Le trasmissioni con membri flessibili sono caratterizzate dall’accoppiamento di ruote di varia foggia (pulegge) e di un elemento molto flessibile, come una cinghia (a sezione rettangolare, nel qual caso si chiama cinghia piana, a sezione circolare, a sezione trapezoidale), una fune (di solito a sezione circolare, composta da più fili),…

Leggi tutto

Elastomero

Si definisce elastomero un materiale macromolecolare (polimero naturale o sintetico) che sottoposto ad elevata deformazione (stiramento con allungamento anche fino a 5 o 10 volte la lunghezza iniziale) entro un certo intervallo di temperatura, dopo la rimozione dello sforzo applicato ritorna alla forma ed alla dimensione iniziale. Caratteristiche chimiche Le principali caratteristiche chimiche degli elastomeri…

Leggi tutto

Superficie di controllo

La superficie di controllo, di un sistema termodinamico, rappresenta i confini del sistema termodinamico e lo caratterizza in base alle sue proprietà intrinseche di interazione tra sistema ed ambiente; infatti a seconda della tipologia di superficie di controllo avremo sistemi termodinamici chiusi, aperti oppure isolati. La parete di un sistema termodinamico può essere classificata per…

Leggi tutto

Segnale

Con il termine segnale, in telecomunicazioni, si intende rappresentare una grandezza fisica capace di portare con sé delle informazioni da trasmettere a distanza. Si immagini, dunque, una sorgente S che vuole trasmettere delle informazioni ad una destinazione D, ad una certa distanza da essa. Lo schema generale della comunicazione sarà composto dunque da: sorgente che emette il…

Leggi tutto

Coronografo

Strumento atto a studiare la corona e le protuberanze solari, mediante la creazione di eclissi artificiali.

Leggi tutto

Strumento di misura

Caratteristiche metrologiche statiche Con caratteristiche statiche si intendono l’insieme delle proprietà metrologiche che consentono una esaustiva descrizione del funzionamento di un trasduttore, operante in specifiche condizioni ambientali, quando: sono imposte al suo ingresso variazioni lente del misurando, ed in assenza di shock, vibrazioni ed accelerazioni (a meno che, ovviamente, queste grandezze fisiche siano esse stesse l’oggetto…

Leggi tutto

Stabilità

Attitudine di uno strumento di misura a mantenere costanti le caratteristiche metrologiche nel tempo, oppure in funzione di altre grandezze fisiche.

Leggi tutto

Deriva della sensibilità

I trasduttori possono manifestare una dipendenza dalla curva di graduazione in funzione del tempo, ossia possono variare la pendenza della curva di graduazione e quindi della sensibilità. Sarà necessario indicare le condizioni ambientali alle quali sono state condotte le prove.

Leggi tutto

Deriva di zero

Se un trasduttore viene alimentato (se necessario) con valori di tensione o intensità di corrente che possono essere ritenuti costanti ed il valore del misurando è nullo, si dirà che il trasduttore è affetto da deriva di zero se esso mostra in uscita un segnale, funzione del tempo, diverso da zero; si ha, quindi, una traslazione della curva di…

Leggi tutto

Creep

Fenomeni di creep si manifestano quando varia il segnale in uscita dal trasduttore pur essendo costante il segnale in ingresso, nell’ipotesi in cui si possano ritenere costanti le condizioni ambientali esterne.

Leggi tutto

Rumore

In Metrologia, il rumore viene definito come l’insieme di variazioni casuali della grandezza da misurare che determinano variazioni anch’esse casuali dell’output. Il rumore può essere generato sia internamente ad un trasduttore (rumore Johnson, ossia movimento casuale delle cariche che genera una forza elettro-motrice variabile ai terminali di connessione) che esternamente al trasduttore (ad esempio effetti dovuti…

Leggi tutto

Campo di misura

Il campo di misura di uno strumento è definito dall’intervallo tra i valori massimo e minimo, della grandezza fisica da esso rilevabili. In altre parole è la specifica principale, perché fornisce informazioni sull’idoneità dello strumento a compiere la misurazione di una data grandezza, oltre che a definire le specifiche di sicurezza dichiarate dal costruttore. Tutte le…

Leggi tutto

Sensibilità

La sensibilità di uno strumento di misura è quella caratteristica metrologica che fornisce informazioni sull’attitudine dello strumento a rilevare piccole variazioni della grandezza in ingresso. È definita anche come la derivata della curva di graduazione, in quanto definita dal rapporto tra la variazione dell’indicazione dello strumento quando la grandezza fisica subisce un incremento, e l’incremento stesso…

Leggi tutto

Risoluzione

In Metrologia, si definisce risoluzione di uno strumento di misura la capacità di rilevare il più piccolo scostamento del valore del misurando. Per taluni trasduttori si verifica che variando in modo continuativo il misurando, l’output del trasduttore non vari in modo anch’esso continuativo, ma vari a step misurabili. Un esempio è rappresentato dal potenziometro del tipo…

Leggi tutto

Linearità

La linearità di uno strumento di misura può essere espressa come percentuale di scostamento dal comportamento lineare. Per determinare la retta che meglio interpola un insieme di dati sperimentali si possono adottare diversi criteri statistici (metodo ai minimi quadrati, ad esempio) con diverse condizioni di vincolo (la retta interpolante deve passare per gli estremi del campo…

Leggi tutto

Ripetibilità

Con la ripetibilità si intende la capacità di un trasduttore nel rilevare valori identici quando sono applicati identici ingressi ed ipotizzando medesime condizioni ambientali nelle quali opera il trasduttore. Questa proprietà metrologica viene espressa come il limite massimo in % del fondo scala.

Leggi tutto

Isteresi

L’errore di isteresi di uno strumento di misura viene definito come la differenza massima tra il valore rilevato dal trasduttore quando viene applicato uno specifico valore della grandezza in ingresso raggiunto imponendo ingressi crescenti, ed il medesimo valore ottenuto imponendo ingressi decrescenti. In altre parole l’errore di isteresi è dato dalla differenza massima tra il…

Leggi tutto

Precisione

In Metrologia, la precisione è una qualità globale di uno strumento di misura che esprime l’attitudine a fornire il valore vero del misurando; in altre parole: di indica la dispersione di un insieme di dati sperimentali relativi ad un’unica grandezza fisica di valore sconosciuto. Uno strumento di misura è tanto più preciso quanto più è piccolo l’errore…

Leggi tutto

Accuratezza

In Metrologia si definisce accuratezza la quantificazione della prossimità del valore medio \(x_m\) delle misure al valore vero \(x_v\) del misurando. Per chiarire si prenda in esempio il caso balistico del tiro a freccette: quanto più i tiri sono prossimi tra loro (le freccette collidono tutte in una stessa zona limitata) ed al centro del bersaglio…

Leggi tutto

Strato limite meccanico

Il moto di un fluido in prossimità di una superficie può essere studiato attraverso il concetto di strato limite meccanico (\(\delta_m\)). L’interazione meccanica che un fluido subisce in questo “strato” è di tipo dissipativo, ossia il fluido viene rallentato sia per effetto di un’azione tangenziale opposta al moto, ossia l’attrito della superficie e l’effetto della…

Leggi tutto

Strato limite termico

Assunta l’ipotesi di una superficie a temperatura diversa da quella del fluido a contatto, l’interazione termica che vi ha luogo verrà rappresentata da uno strato, detto strato limite termico (\(\delta_t\)), in cui il fluido risente dell’interazione termica e modifica la sua temperatura. Quindi a fronte di una differenza di temperatura, si verranno a generare dei gradienti termici che consentiranno…

Leggi tutto

Termocoppia

Una termocoppia è un trasduttore di temperatura (in differenza di potenziale) il cui principio fisico di funzionamento si basa principalmente su tre effetti: effetto Seebeck; effetto Peltier; effetto Thomson. Effetto Seebeck L’effetto seebeck è generato dalla diffusione di elettroni attraverso l’interfaccia di due metalli isotermici a contatto sottoposti ad un gradiente di temperatura: quello che riceve…

Leggi tutto

Diagramma di Bode

I diagrammi di Bode (Hendrik Wade Bode, pioniere nello studio della teoria dei controlli e delle telecomunicazioni elettroniche) sono una rappresentazione grafica della risposta in frequenza di un sistema lineare tempo-invariante (LTI) che descrivono come varia il modulo e la fase di una funzione di trasferimento al variare della frequenza. Consistono dunque in due grafici che rappresentano rispettivamente l’ampiezza (o modulo)…

Leggi tutto

Termometro elettrico

I termometri elettrici sono trasduttori di temperatura che sfruttano i fenomeni di variazione di resistenza, o la generazione di una forza elettromotrice, per effetto di una variazione di temperatura. Il trasporto di cariche elettriche nei materiali è un processo le cui modalità possono in parte dipendere dalla temperatura. Ne segue che sono stati sviluppati altri strumenti…

Leggi tutto

Numero di Prandtl

Il numero di Prandtl è un numero adimensionale che esprime il rapporto tra la diffusività cinematica e la diffusività termica, per un fluido viscoso. In altre parole permette di valutare l’ampiezza della zona perturbata meccanicamente, rispetto alla zona perturbata termicamente e pertanto, comprendere l’importanza relativa tra l’influenza dell’azione meccanica rispetto a quella termica. Il numero di Prandtl è…

Leggi tutto

Numero di Reynolds

Il numero di Reynolds è un parametro adimensionale che rappresenta la contrapposizione tra la forza d’inerzia legata all’aumento di massa del fluido all’interno dello strato limite e la forza viscosa che tende a controllare il moto. Il moto dei fluidi si distingue in due tipologie principali: moto laminare e moto turbolento. La tipologia del moto è…

Leggi tutto

Numero di Rayleigh

Il numero di Rayleigh è un parametro adimensionale che esprime il rapporto tra tutte le azioni che contribuiscono positivamente al moto in un fluido (forza di galleggiamento) e tutto ciò che invece si contrappone negativamente (viscosità e diffusività termica): \[Ra=\dfrac{F_g}{\mu\alpha}\] Grazie ad esso è possibile capire se vi è moto, oppure no, in condizioni di…

Leggi tutto

Fattore di ragguaglio

Il fattore di ragguaglio \(\tau\) (detto anche fattore di riduzione) è quel fattore utilizzato per convertire una unità di misura \(X\) in un’altra \(Y\). La conversione dell’unità di misura è ovviamente possibile solamente tra unità di misura equivalenti, coerenti e compatibili; non ha senso infatti convertire l’unità di misura della lunghezza, nell’unità di misura dell’energia, ma sarà possibile convertire…

Leggi tutto

Regime turbolento

Un flusso di fluido dicesi in regime turbolento se il moto delle particelle assume un andamento fluttuante (moto instabile) che provoca un mescolamento di massa tra gli strati di fluido adiacenti; nel quale possiamo immaginare sovrapposti due tipologie di movimenti: di trasporto: che determina lo spostamento d’insieme della massa fluida; di agitazione: che comporta unicamente una irregolare…

Leggi tutto

Regime laminare

Un flusso di fluido dicesi in regime laminare se per ogni strato di fluido, tutte le particelle percorrono la medesima traiettoria senza subire alcun mescolamento con le particelle degli strati di fluido adiacenti; ossia il moto nella condotta avviene ordinatamente per strati di fluido paralleli tra loro (sono assenti le componenti normali alla velocità).

Leggi tutto

Leggi di Kirchhoff

Nello studio delle reti elettriche capita di dover determinare alcune grandezze elettriche incognite (effetti) in base al valore assunto da altre grandezze elettriche note (cause). Per risolvere questo problema è necessario disporre di equazioni che mettano in relazione le cause con gli effetti. Lo scienziato tedesco Gustav Robert Kirchhoff (1824-1887) ricavò i due principi fondamentali…

Leggi tutto

Innesto

Gli innesti sono meccanismi che consentono di stabilire o di interrompere a comando il collegamento fra due alberi. Sono indispensabili quando occorra accoppiare due parti di un sistema aventi velocità diverse. È il caso, ad esempio, del collegamento tra il motore e le ruote negli autoveicoli con motore termico. Infatti i motori a combustione interna non possono…

Leggi tutto

Aerogel

L’aerogel è un materiale simile al gel a struttura porosa i cui spazi vuoti costituiscono circa il 99% del volume; è una miscela costituita da una sostanza allo stato solido e da un gas. L’aerogel è la sostanza solida meno densa conosciuta, ovvero la più leggera per metro cubo (solo tre volte più pesante dell’aria a parità…

Leggi tutto

Estensimetro

In Metrologia, l’estensimetria studia la misura della deformazione dei materiali, e di conseguenza, la determinazione della sollecitazione meccanica o termica dei corpi tramite la conoscenza del modulo elastico (Modulo di Young) del corpo sollecitato. I dispositivi utilizzati per tali misure si chiamano estensimetri (in inglese “strain gauges”), essi sono dei trasduttori o sensori resistivi, di cui esistono diverse…

Leggi tutto

Legge di Ohm

Le leggi Ohm esprimono la proporzionalità tra la differenza di potenziale elettrico applicata ai capi di un materiale conduttore e l’intensità della corrente elettrica che lo attraversa, attraverso una costante di proporzionalità detta resistenza elettrica. Prima legge di Ohm Se la tensione ai capi del conduttore aumenta allora si può ragionevolmente ipotizzare che aumenti anche…

Leggi tutto

Principio di Archimede

Il principio di Archimede enuncia che un corpo materiale immerso in un fluido riceve una spinta verticale, diretta verso l’alto, di modulo pari al peso del volume di fluido uguale a quello del corpo immerso; detta spinta passa per il baricentro. Casi possibili se il peso \(P\) del corpo è superiore a quello del liquido spostato,…

Leggi tutto

Freno

I freni sono meccanismi che permettono di rallentare e, in caso di necessità, arrestare le parti mobili di una macchina. Possono essere di tipo meccanico, elettrico, magnetico (elettro-magnetico) o aerodinamico. Freni meccanici I freni meccanici sono freni ad attrito radente, ossia, la cui azione è ottenuta mediante il contatto di strisciamento fra due superfici solide: una…

Leggi tutto

Circuito elettrico

In Elettrotecnica si definisce circuito elettrico l’insieme di elementi e dispositivi elettrici, interconnessi tra loro, tali da realizzare un percorso chiuso in cui la corrente elettrica possa circolare con continuità. I punti in cui tali elementi convergono sono chiamati nodi del circuito. Le principali grandezze elettriche di interesse in un circuito sono le intensità delle correnti elettriche nei…

Leggi tutto

Motore elettrico

Un motore elettrico è una macchina di conversione elettromeccanica dell’energia (cioè capace di convertire l’energia elettrica in energia meccanica), costituiti da una parte fissa (statore) e da una parte mobile (rotore o slittore, a seconda che la macchina sia di tipo ruotante o lineare) separate da una piccola intercapedine di aria di spessore uniforme, chiamata traferro. Classificazione dei…

Leggi tutto

Lubrificazione

Per lubrificazione si intende la riduzione del contatto tra superfici in moto relativo mediante l’interposizione tra di esse, di un apposito mezzo detto lubrificante. In questa circostanza l’attrito si abbassa in modo significativo, riducendo resistenze e usura. Due organi contigui di un meccanismo collegati in modo che sia possibile un moto relativo tra di loro costituiscono…

Leggi tutto

Corrente elettrica

La corrente elettrica è definita come il flusso ordinato di cariche elettriche in moto attraverso un materiale conduttore. Analiticamente viene definita come la quantità di carica elettrica che attraversa una determinata superficie nell’unità di tempo. Intensità di corrente elettrica Si definisce intensità di corrente \(I\) il rapporto tra la quantità di carica \(Q\) che attraversa una…

Leggi tutto

Potenza elettrica

Si definisce potenza elettrica (o potenza elettrica assorbita, indicata con il simbolo P) la variazione dell’energia elettrica assorbita nell’unità di tempo da un bipolo, ed è misurata in Watt (W) che equivale a Joule su secondi. La potenza assorbita descrive in che modo l’energia che il bipolo sta assorbendo varia nel tempo. Se la potenza…

Leggi tutto

Autoadescamento

Si definisce autoadescamento la capacità degli impianti idrovori, o idrofori, di creare una depressione nella condotta di aspirazione, tale da riuscire a recuperare un fluido durante la fase di avviamento. Si definiscono impianti idrovori e/o impianti idrofori quelle tipologie di impianti idraulici atti al sollevamento/spostamento di acque stagnanti. Sono generalmente utilizzati per operazioni di bonifica di terreni o…

Leggi tutto

Resistenza elettrica

In Elettrotecnica, la resistenza elettrica \(R\) (chiamata anche bipolo resistore) è un dispositivo elettrico, nonché una grandezza fisica scalare che misura la tendenza di un materiale conduttore ad opporsi al passaggio di una corrente elettrica quando è sottoposto ad una differenza di potenziale. Nonostante i termini resistore e resistenza, vengano utilizzati quasi indistintamente, esiste una…

Leggi tutto

Resistività elettrica

La resistività elettrica, anche detta resistenza elettrica specifica, indicata con \(\rho\), è l’attitudine di un materiale ad opporre resistenza al passaggio delle cariche elettriche. \[\rho=R\dfrac{S}{l}\] Nel sistema internazionale la resistività si misura in ohm per metro \([\Omega\cdot m]\). Dipendenza della resistività dalla temperatura La resistività dei conduttori varia con la temperatura in modo diverso a…

Leggi tutto

Conduttanza elettrica

La conduttanza è la grandezze fisica inversa rispetto alla resistenza; si misura in siemens (simbolo S) in onore di Werner Von Siemens (1816-1892) tecnico ed industriale tedesco, fondatore insieme ai fratelli della casa elettrotecnica Siemens. \[G=\dfrac{1}{R}=\dfrac{I}{\Delta V}\] Un elevato valore di \(G\) è indice di un piccolo valore di \(R\).

Leggi tutto

Equazione dimensionale

Le dimensioni fisiche di una grandezza sono costituite da, e soltanto, le grandezze fisiche fondamentali che intervengono nella definizione delle grandezze in oggetto di studio; tali grandezze fondamentali devono essere messe in relazione tra loro mediante il prodotto e l’elevazione a potenza. In questo modo nascono le equazioni dimensionali chiamate così in quanto l’esponente della grandezza…

Leggi tutto

Banda passante

Si definisce banda passante, l’intervallo di frequenza (a meno di un prefissato errore) entro cui la risposte in frequenza del segnale si mantiene entro i limiti definiti dall’ampiezza dell’errore ammesso; le frequenze al di fuori delle quali la risposta in frequenza supera detti limiti si chiamano frequenze di taglio (ove, mentre quella di taglio inferiore può assumere…

Leggi tutto

Chilogrammo forza

Il chilogrammo forza (detto anche chilogrammo peso) costituisce la seconda unità fondamentale del Sistema Pratico e rappresenta la quantità di materia che costituisce il cilindretto di Platino-Iridio di diametro 39 mm ed altezza 39 mm (rappresentante il campione del chilogrammo massa massa del Sistema Internazionale), se posto sulla superficie terrestre alla latitudine nord (Parigi) di 45° al…

Leggi tutto

Sistema Pratico o Tecnico

Si definisce Sistema Pratico o Sistema Tecnico quel sistema al di fuori del Sistema Internazionale delle misure che utilizza come unità fondamentali: la lunghezza; la forza; il tempo; la temperatura. La differenza sostanziale tra Sistema Pratico e Sistema Internazionale consiste nel fatto che la seconda unità fondamentale, nel SI è la massa, mentre nel Sistema Pratico è la…

Leggi tutto

Boundary scan

Con boundary scan (o JTAG) si indica il metodo di collaudo di schede elettroniche digitali che, a causa dell’alta densità e della miniaturizzazione dei componenti, non è possibile accedere a tutti i nodi chiave dei circuiti della scheda stessa; pertanto tali schede dispongono di alcuni piedini aggiuntivi, necessari per attivare questa tipologia di collaudo. Quando tali circuiti…

Leggi tutto

Benessere temorigrometrico

Per benessere termoigrometrico si intende la sensazione di soddisfazione che, in un ambiente, le persone provano nei riguardi della sensazione termica (sentire caldo/freddo) e idrometrica (umidità). L’esperienza ha mostrato che un giudizio positivo sulla sensazione termica provata in un ambiente viene formulato da gran parte delle persone solo in corrispondenza di certi valori assunti da…

Leggi tutto

Variatore di velocità

I variatori di velocità sono meccanismi che consentono non solo di trasmettere il moto con rapporto di trasmissione costante, ma anche di variare con continuità tale rapporto, agendo dall’esterno su un apposito comando. Hanno generalmente un limitato campo di variazione. I variatori che includono fra le loro velocità in uscita anche la velocità zero sono detti…

Leggi tutto

Ruota dentata

Le ruote dentate, siano esse piane o coniche, con qualunque tipo di dentatura siano state costruite, rappresentano, insieme alle corrispondenti ruote di frizione, la soluzione al problema della trasmissione del moto fra una coppia di assi, rispettivamente paralleli o concorrenti in un punto, e con un rapporto di trasmissione costante. Quando si vuole che tale…

Leggi tutto

Treno planetario

Sono chiamati treni planetari o epicicloidali quei rotismi nei quali gli assi di una o più ruote sono mobili: queste ultime sono accoppiate ad un membro mobile detto telaio portatreno. A seconda delle applicazioni un membro può essere fisso (ottenendo un meccanismo ad 1 g.d.l.) oppure non esiste alcun membro fisso ed il meccanismo assume…

Leggi tutto

Puleggia

Una puleggia è un organo di trasmissione del moto, costituito da una ruota scanalata girevole intorno al proprio asse; essa può eventualmente essere dotata di una o più gole per accogliere altrettante funi, corde, cavi, cinghie o simili. Può ruotare libera sul proprio asse per guidare o rinviare, oppure essere calettata ad un albero motore per…

Leggi tutto

Bit (binary digit)

In Informatica con il termine bit (binary digit) si indica una cifra binaria (o cifra del sistema di numerazione binario, ovvero rappresenta uno dei due simboli del sistema numerico binario: 0 e 1) con cui si rappresenta l’unità elementare dell’informazione ed anche l’unità di misura del contenuto dell’informazione in un messaggio (indicata con: b). Infatti, nella trasmissione…

Leggi tutto

Coppia

In Meccanica Applicata, due membri contigui tra loro in contatto e collegati in modo che ciascuno possa muoversi rispetto all’altro, conservando il contatto, formano una coppia (intesa come accoppiamento meccanico). I caratteri identificativi di una coppia meccanica provengono dalla natura, dalla geometria, dalle proprietà cinematiche e dinamiche di contatto degli elementi attivi. Le macchine sono…

Leggi tutto

Servomotore

I servomotori sono motori elettrici generalmente di piccola potenza, funzionanti a regime intermittente, per i quali è molto importante non tanto avere un alto rendimento quanto: piccole costanti di tempo elettriche e meccaniche; elevata dinamica ed alto smorzamento (in modo da raggiungere la posizione finale nel minor tempo e con assenza di oscillazioni); ridotti pesi…

Leggi tutto

Catena

Si definisce catena l’insieme di due o più membri vincolati tra loro, la quale si dice chiusa o aperta a seconda che il primo e l’ultimo membro siano collegati oppure no. Una catena aperta può avere un numero di membri pari o superiore a due, mentre una catena chiusa deve necessariamente avere almeno tre membri. La catena in…

Leggi tutto

Meccanismo

Il termine meccanismo individua un ente che ha i connotati costruttivi, la mobilità, la capacità di trasmissione di moto, forza, energia, presenti nella definizione di macchina. Il complesso di più meccanismi collegati fra loro costituiscono una macchina. In effetti macchina e meccanismo potrebbero essere considerati in tutto e per tutto sinonimi. Di fatto, in Meccanica Applicata…

Leggi tutto

Macchina

In Meccanica, una macchina è un insieme di corpi resistenti detti membri, dotati di mobilità gli uni rispetto agli altri e capaci di trasmettere movimenti e forze secondo leggi prestabilite. Il termine “resistenti” riflette la capacità dei membri di assolvere ai compiti geometrici, cinematici, dinamici ed energetici assegnati, senza entrare nell’analisi dello stato tensionale che ne…

Leggi tutto

Sistema Internazionale (SI) delle unità di misura

Il sistema internazionale (SI) delle unità di misura è una convenzione che stabilisce le sette unità di misura fondamentali. Nato nel 1960 è adottato dall’Unione Europea ed attualmente accettato ed utilizzato in 55 stati a livello mondiale. Unità di misura fondamentali Lunghezza Massa o massa inerziale Tempo Intensità di corrente elettrica Intensità luminosa Quantità di sostanza Temperatura…

Leggi tutto

Intensità di corrente elettrica

L’intensità di corrente elettrica \(I\) rappresenta il rapporto tra la quantità di carica \(Q\) che attraversa una sezione \(S\) del conduttore in un intervallo di tempo \(\Delta t\) e l’intervallo di tempo stesso: \[I=\dfrac{Q}{\Delta t}\] L’unità dell’intensità di corrente elettrica, nel Sistema Internazionale, si definisce con l’ampère [A], rappresenta la forza pari a \(2\cdot 10^{-7}\;N\) generata…

Leggi tutto

Tempo

Il tempo è una entità astratta (nonché una grandezza fisica), inventata dall’uomo, utile alla quantificazione e misurazione del trascorrere degli eventi. Si definisce l’unità di tempo con il secondo [s], che è rappresentato dalla durata di 9.192.631.770 periodi della radiazione corrispondente tra due livelli iperfini dello stato fondamentale dell’atomo di Cesio 133.

Leggi tutto

Massa

La massa (o massa inerziale) rappresenta la quantità di materia che costituisce un corpo materiale, attribuendogli caratteristiche dinamiche (inerzia) quando i corpi sono soggetti all’influenza di forze esterne. L’unità di misura della massa è il chilogrammo [kg] (detto anche chilogrammo massa) pari alla massa del prototipo internazionale n.1 (cilindretto di Platino-Iridio alto 39 mm e diametro 39 mm)…

Leggi tutto

Falda freatica

Una falda acquifera si dice freatica se tutto il terreno al di sopra di essa è permeabile (o meglio semipermeabile con vasi capillari) fino alla superficie del suolo (falda libera). L’acqua dunque occupa per effetto della gravità solo la parte inferiore della falda che è di formazione impermeabile, detta letto della falda (caratterizzata da aquiclude). La parte…

Leggi tutto

Falda artesiana

Una falda acquifera si dice artesiana se è compresa tra due strati impermeabili, in cui l’acqua occupa un certo quantitativo di rocce e/o sedimenti sfruttandone le fessure o i pori tra le particelle solide presenti nel terreno. Questo tipo di falda acquifera, dunque, l’acqua si trova in condizioni di pressione idrostatica e da un punto di vista idraulico,…

Leggi tutto

Falda acquifera

Si definisce falda acquifera (detta anche acqua di falda o falda idrica) l’acqua sotterranea, presente in strati di roccia porosa o fessurata, generalmente sovrastante a strati di roccia impermeabile. La parola “falda”, deriva dal termine tedesco “falte”, che vuol dire piega, indica un deposito idrico tra gli strati (pieghe) del terreno. Le falde acquifere possono essere artesiane o freatiche.…

Leggi tutto

Cortocircuito

In Elettrotecnica si definisce cortocircuito un collegamento fra due punti di un circuito elettrico che ha resistenza prossima allo zero, ciò impone una tensione quasi nulla (o trascurabile) ai suoi capi e non impone vincoli sulla corrente che passa attraverso di esso, che può assumere valori molto elevati. Cortocircuito ideale Si definisce, invece, cortocircuito ideale un bipolo passivo che mantiene…

Leggi tutto

Motore brushless

Un motore brushless è una tipologia di motore elettrico “senza spazzole”, ovvero non sono presenti contatti elettrici striscianti (spazzole) sull’albero del rotore. Questi motori possono essere alimentati sia a corrente continua (BLDCM, Brushless Direct Current Motor) che a corrente alternata (PMSM, Permanent Magnet Syncronous Motor) dipendentemente dalla configurazione di costruzione, possiedono il rotore a magneti permanenti e…

Leggi tutto

Errore di misura

In Metrologia l’analisi degli errori comprende lo studio delle incertezze nelle misure, in quanto, nessuna misura per quanto essa sia eseguita con cura è completamente libera da incertezze. Dal momento che tutte le Scienze e la Tecnica dipendono dalle misura, è fondamentale valutare e calcolare con buona approssimazione tali incertezze (errori) per ridurle al minimo…

Leggi tutto

Vincolo

Il contatto tra due membri di una coppia determina inevitabilmente dei vincoli: ad essi corrisponde la limitazione delle possibilità di moto relativo, ossia la diminuzione dei gradi di libertà. Ogni “condizione restrittiva” che limita le posizioni e/o le velocità di un sistema si chiama un vincolo. Queste “condizioni restrittive” sono espresse da equazioni e/o disequazioni…

Leggi tutto

Portata

In Metrologia con il termina portata si indica generalmente il valore massimo misurabile da uno strumento di misura, al di sopra del quale lo strumento fornisce indicazioni del misurando con precisione inferiore a quella dichiarata (oltre al fatto che potrebbe subire un danneggiamento). La definizione di portata coincide con quella di portata massima, con la condizione che…

Leggi tutto

Usura

La messa fuori servizio di una macchina può essere ricondotta a tre cause principali: la rottura di elementi di macchine, dovuto a difetti del materiale o al fatto che il sistema sia assoggettato a carichi maggiori rispetto a quelli di progetto; l’obsolescenza, ossia l’invecchiamento dovuto alla comparsa sul mercato di macchine più evolute in grado…

Leggi tutto

Balance of system (BOS)

Con balance of system (BOS) si intende un sistema di controllo e di condizionamento della potenza di un impianto fotovoltaico o eolico. Esprime in percentuale le perdite di energia che si hanno nell’impianto dovute a vari fattori, quali: l’accoppiamento tra i vari moduli fotovoltaici, i collegamenti con il/i convertitore/i, le perdite nei quadri, nei conduttori, eccetera.…

Leggi tutto

Bolometro

Il bolometro è uno strumento di misura realizzato da Langley Samuel Pierpont nel 1881, utilizzato in astrofisica ed astronomia, per misurare la radiazione elettromagnetica totale (comprensiva cioè di tutte le lunghezze d’onda) dell’intensità della radiazione stellare, cioè l’intensità della radiazione su un ampio intervallo di lunghezza d’onda. Abbinando il bolometro ad uno spettrografo, è possibile misurare anche l’intensità di…

Leggi tutto

Termoigrografo

Un termoigrografo è uno strumento di misura utilizzato in campo meteorologico, costituito da un termografo e da un igrografo, atto a misurare e registrare contemporaneamente dati sulla temperatura e l’umidità ambientale in funzione del tempo.

Leggi tutto

Batitermografo

Un batitermografo è uno strumento di misura utilizzato principalmente in batimetria, che combina uno strumento di misura sensibile alla pressione, uno di profondità e uno di temperatura; tale da fornire il diagramma della pressione e della temperatura a varie profondità.

Leggi tutto

Termografo

Un termografo è uno strumento di misura capace di registrare l’andamento delle variazioni di temperatura in funzione del tempo.

Leggi tutto

Igrografo

Si definisce igrografo uno strumento costituito da un igrometro ad assorbimento, atto a misurare e registrare dati sull’umidità di un aeriforme (come ad esempio l’aria atmosferica) in funzione del tempo.

Leggi tutto

Barotermoigrografo

Un barotermoigrografo è costituito da un barografo e da un igrografo, che registrano contemporaneamente i valori della pressione atmosferica, della temperatura e dell’umidità dell’aria, al variare del tempo.

Leggi tutto

Altimetro

Un altimetro è uno strumento di misura utilizzato per la determinazione della quota assoluta riferita al livello medio del mare. Può essere utilizzato anche per misurare la quota relativa rispetto ad un’altra quota assunta come riferimento standard.

Leggi tutto

Barotermografo

Un barotermografo è costituito da un barografo e da un termografo, che registrano contemporaneamente i valori della pressione atmosferica e della temperatura al variare del tempo.

Leggi tutto

Barografo o altigrafo

Un barografo, anche detto altigrafo, altro non è che un altimetro dotato di dispositivi per la registrazione di dati (attraverso un barogramma, ossia un diagramma barometrico) sull’andamento della pressione atmosferica al variare del tempo, in quota rispetto al livello del mare. I barografi possono essere sia di tipo a mercurio che metallici. I barografi metallici…

Leggi tutto

Bacino idrogeologico

Un bacino di cui si considerano anche le acque che scorrono sotto la superficie terrena viene detto bacino idrogeologico, proprio per la componente sotterranea delle acque risulta molto più difficoltoso individuare lo spartiacque e quindi delimitare il bacino idrogeologico che quello idrografico. Lo sviluppo topografico del bacino idrogeologico può coincidere con quello del bacino idrografico,…

Leggi tutto

Bacino idrografico

In Idraulica, si definisce bacino idrografico (superficiale, detto anche bacino imbrifero se le acque raccolte sono solo quelle dovute alle precipitazioni meteoriche) quel luogo o area geografica (delimitata da uno spartiacque topografico) capace di raccogliere le precipitazioni atmosferiche o provenienti dalla fusione di ghiacciai o nevai e le incanala, trasformandole così in deflussi superficiali che…

Leggi tutto

Parallam – Parallel strand lumber (PSL)

Il Parallam© è un materiale composito ottenuto dall’unione di lunghi e sottili listelli di legno opportunamente selezionati ed essiccati, impregnati con resina idrorepellente, orientati e stagionati sotto pressioni elevate e con l’ausilio di energia a microonde. I listelli di legno più comunemente utilizzati provengono da alberi come l’abete, il pino, la cicuta ed il pioppo giallo.…

Leggi tutto

Fluido

I fluidi costituiscono due dei tre principali stati di aggregazione della materia. Si definiscono fluidi tutti quei corpi materiali che, a causa della mobilità delle particelle che lo compongono, può subire delle grandi variazioni di forma sotto l’azione di forze di minima entità. In particolare, un fluido in quiete non oppone alcuna resistenza ai cambiamenti di…

Leggi tutto

Corrente fluida stazionaria

In Idraulica e Meccanica dei fluidi, una corrente fluida si definisce corrente stazionaria quando la sua portata attraverso la condotta risulta essere costante.

Leggi tutto

Reologia

La reologia è la Scienza che studia il moto e la deformazione dei materiali, oltre agli sforzi che ad essa si ricollegano, con particolare riguardo ai fluidi non newtoniani. In altre parole la reologia si occupa di studiare il comportamento di quelle sostanze che posseggono contemporaneamente caratteristiche di elasticità e viscosità.

Leggi tutto

Spinta idrostatica

La spinta idrostatica è una forza che agisce su di una superficie, diretta perpendicolarmente ad essa, con modulo pari al prodotto della pressione nel suo baricentro (centro di massa) per l’area della superficie stessa. \[\vec{S}=\int_{\sigma}P\vec{n}d\sigma = \int_{\sigma}\rho gh\vec{n}d\sigma\] se il piano dei carichi idrostatici passa per il baricentro della superficie, la spinta è nulla ed…

Leggi tutto

Alesaggio

Si definisce alesaggio il diametro della sezione interna di un cilindro appartenente ad una macchina motrice tipicamente endotermica o utilizzata per la compressione di fluidi.

Leggi tutto

Cilindrata

Si definisce cilindrata il volume d’aria teoricamente aspirato durante un ciclo di funzionamento da una macchina volumetrica. Pertanto la sua unità di misura viene indicata generalmente con il centimetro cubo, oppure in litri; negli USA si usa in alcuni casi il pollice cubico. Nel caso di una macchina alternativa, la cilindrata si calcola considerando il…

Leggi tutto

Spistonamento

Si definisce spistonamento un danno di grave entità (deformazione o rottura) alle parti mobili di una macchina motore a pistoni, dovuto principalmente al consumo dei supporti del pistone. L’aumento di giochi tra le parti mobili iniziano un processo di usura accelerata. Lo spistonamento può provocare la rottura della biella, delle valvole e delle puntine. Quest’evenienza si ha quando il…

Leggi tutto

Pistone (o stantuffo)

Si chiama pistone o stantuffoquel membro di una macchina, animato di moto rettilineo alternativo, di sezione circolare che scorre all’interno di un cilindro, ricevendo (nelle macchine motrici) o esercitando (nelle macchine operatrici) una spinta dal/sul fluido contenuto nel cilindro stesso. Componenti e specifiche costruttive Uno stantuffo è caratterizzato da un mantello che ne costituisce la…

Leggi tutto

Catena di misura

Con il termine catena di misura si intende l’insieme degli stadi di uno strumento di misura, che elaborano l’informazione rilevata dalla grandezza fisica in studio, per poi presentare un risultato: ossia la misura. Gli stadi di una catena di misura sono essenzialmente tre: il primo è costituito da un sensore e/o da un trasduttore a contatto con la grandezza…

Leggi tutto

Misura

I processi conoscitivi con i quali l’uomo si pone in rapporto con le entità ed i fenomeni presenti nell’universo, si possono distinguere e classificare in base alle caratteristiche ed alle proprietà che tali entità e fenomeni manifestano. Per cui, tale valore associato alla grandezza in oggetto di studio, viene chiamato misura della grandezza fisica. Il risultato…

Leggi tutto
Scroll To Top