Plasmacellula

Le plasmacellule derivano dai linfociti B (di cui sono considerate la forma matura ed attiva), sono cellule ovoidali o sferiche (diametro 10-20 µm nell’uomo), prive di prolungamenti, con citoplasma intensamente basofilo (abbondante reticolo endoplasmatico granulare); una piccola area citoplasmatica meno basofila, generalmente vicino al nucleo, rappresenta la regione dove sono localizzati l’apparato di Golgi ed i centrioli.

Il nucleo è in posizione eccentrica e, nei mammiferi, contiene ammassi di cromatina condensata, disposti a raggiera attorno all’involucro nucleare, con una caratteristica disposizione a “ruota di carro”. Le plasmacellule hanno scarsa mobilità e sono sprovviste di attività fagocitaria: la loro funzione è la sintesi e secrezione di anticorpi (immunoglobuline) per la distruzione di batteri e virus.

Bibliografia

  1. Atlante di Citologia ed Istologia. http://www.atlanteistologia.unito.it/