Biologia

Parenchima

Il parenchima è l’insieme dei tessuti e delle cellule che svolgono le funzioni principali dell’organo specifico, lo stroma è invece l’insieme dei tessuti di sostegno. Le dimensioni delle cellule umane si aggirano intorno ai 10 µm, ma alcuni tipi cellulari possono avere dimensioni minori o maggiori: gli adipociti sono grandi circa 100-150 µm, le fibre muscolari possono essere lunghe …

Parenchima Leggi tutto »

Nucleo cellulare

Il nucleo cellulare è l’organello più grande all’interno di una cellula ed è formato da una doppia membrana fosfolipidica (con proteine diverse da quella cellulare) con una lamina di filamenti intermedi all’interno, la lamina nucleare, che lega la membrana e la cromatina tramite un polipetide, la lamìna. Possiede numerosi pori, con un’elaborata struttura canaliforme proteica, essi regolano lo scambio …

Nucleo cellulare Leggi tutto »

Nucleolo

Il nucleolo è un organulo situato all’interno del nucleo cellulare, contiene una porzione particolare del DNA che comprende i geni codificanti – gli RNA ribosomali – ed è quindi responsabile della sintesi dell’RNA ribosomiale (rRNA), e dell’assemblaggio dei ribosomi, che passano nel citoplasma per partecipare alla sintesi proteica. Il nucleolo è facilmente riconoscibile al microscopio in quanto fortemente rifrangente …

Nucleolo Leggi tutto »

Reticolo endoplasmatico

Il reticolo endoplasmatico è un organello contenuto nel citoplasma di una cellula costituito da membrana citoplasmatica chiusa e ripiegata in modo da formare pile di cisterne appiattite ed ammassate, fra cui ci sono i tubuli (spazi vuoti) in cui è presente citoplasma. Può essere rugoso (RER, detto anche ruvido o granulare, in cui vi è la presenza di ribosomi citoplasmatici nei tubuli), deputato …

Reticolo endoplasmatico Leggi tutto »

Ribosoma

I ribosomi sono piccole strutture libere (di circa 25 nm) nella cellula o associate al RER (reticolo endoplasmatico rugoso); sono formati da due sub-unità di rRNA complessate a proteine varie, e sono deputati alla sintesi proteica, ovvero alla formazione di legami tra amminoacidi per formare polipeptidi usando come stampo mRNA; le singole sub-unità possono differire anche nelle dimensioni.

Apparato del Golgi

L’apparato del Golgi è costituito da organelli strutturalmente simili al reticolo endoplasmatico, con cisterne e tubuli, ha due facce: la faccia CIS accoglie le vescicole provenienti dal RER, mentre la faccia TRANS forma vescicole che poi vengono esportate all’esterno della cellula tramite esocitosi o trasportate ad altri compartimenti cellulari. Nell’apparato del Golgi viene completata la glicosilazione …

Apparato del Golgi Leggi tutto »

Mitocondrio

I mitocondri (che nel loro insieme formano il condrioma) [dal greco μίτος [mítos], “filo”, e χόνδρος [chóndros], “granello”, “chicco”] sono organelli cellulari dotati di proprio DNA (DNA mitocondriale), di forma generalmente allungata (1-4 μm) con un diametro di circa 1,5 µm (reniforme o a forma di fagiolo), presente in tutti gli eucarioti. La funzione dei …

Mitocondrio Leggi tutto »

Vacuolo

I vacuoli sono degli organuli cellulari presenti nelle cellule vegetali e in quelle dei funghi. Sono, in sintesi, delle vescicole delimitate da una membrana fosfolipidica, detta tonoplasto e racchiudenti una soluzione acquosa, il succo vacuolare. Il vacuolo fa parte del sistema di endomembrane cellulari, che comprende anche l’apparato del Golgi, il RE e il plasmalemma. …

Vacuolo Leggi tutto »

Centriolo

Il centriolo è un sub organello cellulare presente nella maggior parte delle cellule animali (fanno eccezione ad esempio le cellule muscolari dei Vertebrati), in alcuni funghi, alghe e piante inferiori. È invece assente nelle Tracheofite. Svolgono una funzione essenziale durante la mitosi, in quanto sono coinvolti nell’assemblaggio del fuso mitotico, pur non enucleando direttamente i …

Centriolo Leggi tutto »

Lisosoma

I lisosomi sono organelli vescicolari contenenti enzimi pH dipendenti e deputati alla degradazione dei detriti intracellulari o dei corpi fagocitati. La degradazione avviene per mezzo di enzimi idrolitici (chiamati per questo “idrolasi acide”) in grado di degradare proteine, lipidi e carboidrati nei loro costituenti elementari per poi, quando possibile, venire riutilizzati in altro modo o essere espulsi. …

Lisosoma Leggi tutto »

Perossisoma

Il perossisoma è un organello con attività ossidasica (prima conosciuto come microbody) separato dal citoplasma da una membrana e ubiquitario negli eucarioti. Spesso, l’ossigeno molecolare serve come co-substrato dal quale viene in seguito prodotto il perossido di idrogeno (H2O2). Il nome del perossisoma, deriva infatti dalla produzione di quest’ultimo e dalla sua attività di scavenging. …

Perossisoma Leggi tutto »

Citoplasma

Con il termine citoplasma ci si riferisce alla soluzione acquosa, dalla consistenza gelatinosa, che rappresenta la porzione di una cellula (circa la metà del volume totale della cellula) contenuta all’interno della membrana cellulare presente sia nelle cellule eucariote sia in quelle procariote. È costituito da organuli cellulari dispersi in una matrice fluida detta citosol. Il citoplasma ha in …

Citoplasma Leggi tutto »

Acanto (Acanthus)

Pianta erbacea perenne della famiglia delle Acantacee (Acanthus), con foglie frastagliate e fiori a spiga, impiegata come modello per la decorazione del capitello dorinzio.

Abacà (Musa textilis)

L’abacà (o àbaca) è una pianta tropicale appartenente alla famiglia delle Musaceae, originaria delle Filippine. Da essa è possibile ricavare una fibra tessile nota anche con il nome volgare di canapa di Manila o canapa di Cebu e canapa di Davao. Particolarmente resistente, impiegata in marina per gomene e reti da pesca. Dominio Eukaryota Regno …

Abacà (Musa textilis) Leggi tutto »

Organismo

Gli organismi viventi sono composti molecolari, le cui molecole pur essendo prive di vita, possiedono caratteristiche straordinarie che non si riscontrano nella natura della materia inanimata. Anatomicamente, gli organismi viventi sono costituiti da una struttura cellulare complessa altamente organizzata e specializzata. Queste cellule, a loro volta, sono costituite da molte specie molecolari complesse che vanno …

Organismo Leggi tutto »

Collagene

Il collagene (o collageno, o fibra collagene) è la principale proteina del tessuto connettivo negli animali. È la proteina più abbondante nei mammiferi (circa il 25% della massa proteica totale), rappresentando nell’uomo circa il 6% del peso corporeo. Le fibre collagene sono secrete dai fibroblasti e sono presenti nella maggior parte dei tessuti connettivi. Sono formate da una famiglia …

Collagene Leggi tutto »

Etilene

Biosintesi dell’etilene. Abscissione. Epinastia. Accrescimento delle pianticelle. Dormienza dei semi e delle gemme.

Sangue

Il sangue è l’unico tessuto a carattere fluido dalla composizione complessa (plasma, globuli rossi, globuli bianchi e piastrine ed altre sostanze in soluzione) e dal comportamento non newtoniano. Questo tessuto si trova rinchiuso in un sistema di canali variamente comunicanti tra loro (vasi arteriosi e vasi venosi), nel quale può circolare perché spinto principalmente dalle pulsazioni …

Sangue Leggi tutto »

Mastocita (o mastcellula)

Le mastcellule o mastociti o mastzellen sono cellule grandi (diametro 20-30 µm nell’uomo), nei mammiferi hanno forma ovale o sferica o affusata, priva di prolungamenti; sono cellule mobili. Si localizzano soprattutto vicino ai vasi e nella tonaca esterna dei grossi vasi, nel mesentere, nella capsule del fegato.  Presentano nel citoplasma numerosissimi granuli basofili, dotati di membrana, contenenti varie sostanze tra le …

Mastocita (o mastcellula) Leggi tutto »

Cheratina

La cheratina è una proteina filamentosa ricca di zolfo, con domini ad α-elica superavvolti a due a due (coiled coil), insolubili nei comuni solventi e polimerizzando per auto-assemblaggio, danno i filamenti intermedi specifici per ogni epitelio (tutti gli epiteli possiedono cheratina, ma diversa e/o in quantità minore).  Sono presenti numerosi gruppi solfato (cisteine), che creano fra di …

Cheratina Leggi tutto »

Cellula

Le cellule sono costituite dal citoplasma (ad elevato contenuto in acqua), delimitato dalla membrana plasmatica. Le cellule sono le unità funzionali minime di tutti gli esseri viventi: negli organismi multicellulari si organizzano in strutture specifiche chiamate tessuti, unite da giunzioni intercellulari e matrice extracellulare; i tessuti sono organizzati a formare organi, che a loro volta vanno a …

Cellula Leggi tutto »

Desmosoma

I desmosomi sono giunzioni cellula-cellula, che invece di usare i microfilamenti, si ancorano ai filamenti intermedi: proteine transmembrana come la desmogleina e la desmocollina (famiglia delle caderine). Interagiscono omofilicamente e si associano a desmoplachina intracellulare, che può a sua volta essere associata a placofillina e placoglobina, infine alla placca si uniscono i filamenti intermedi, che nell’epidermide sono …

Desmosoma Leggi tutto »

Fibroblasto (e fibrocita)

I fibroblasti sono le prime cellule a comparire nel mesenchima e sono le cellule giovani, in grado di moltiplicarsi attivamente, deputate alla sintesi della sostanza intercellulare dei connettivi in via di sviluppo; sono dotati di movimento, anche se scarso. Hanno forma fusiforme o stellata, con molti prolungamenti citoplasmatici, citoplasma basofilo (abbondante reticolo endoplasmatico granulare), nucleo grande, ovoidale, …

Fibroblasto (e fibrocita) Leggi tutto »

Dentina

Il dente dei mammiferi è costituito dalla corona (dentina rivestita da smalto, che non è un tessuto osseo ma un tessuto di derivazione epiteliale), dalla radice (dentina rivestita da cemento, che è un particolare tipo di tessuto osseo) e dalla polpa del dente (formata da tessuto connettivo muccoso maturo). La dentina è un tipo particolare …

Dentina Leggi tutto »

Fibra elastica

Le fibre elastiche sono una componente dei tessuti connettivi e vengono sintetizzate dai fibroblasti, dai condroblasti, dai condrociti e dalle cellule muscolari liscie. Sono formate principalmente dalla proteina elastina. In alcuni organi è molto importate che il tessuto connettivo sia elastico. Le fibre elastiche presenti nel tessuto possono scorrere, allungarsi o deformarsi a causa di …

Fibra elastica Leggi tutto »

Adenomero

Un adenomero è un’unità secernente di una ghiandola, sia essa endocrina o esocrina, ed è formato da cellule che elaborano il prodotto di secrezione della ghiandola. Nelle ghiandole esocrine (e nella tiroide) è una struttura a cavità centrale, nella quale si riversa il secreto delle cellule che compongono l’adenomero, direttamente collegata con il dotto escretore. …

Adenomero Leggi tutto »

Tessuto adiposo

Il tessuto adiposo è costituito da cellule adipose o adipociti, spesso presenti, isolate o in piccoli gruppi, anche all’interno di altri tessuti (es. il tessuto muscolare, il midollo osseo rosso). Considerato a lungo come un tessuto metabolicamente inerte, la cui funzione era soltanto l’accumulo di grasso sotto forma di trigliceridi, attualmente è ritenuto un tessuto funzionalmente attivo, …

Tessuto adiposo Leggi tutto »

Tessuto cordoide

Il tessuto cordoide è un tessuto di sostegno, a volte erroneamente classificato come tipo particolare di tessuto cartilagineo. Costituisce la corda dorsale (notocorda), presente durante lo sviluppo embrionale in tutti i Cordati; in alcuni vertebrati la corda dorsale può restare anche nell’individuo adulto, in rapporto con lo scarso sviluppo delle vertebre; nei Mammiferi si riduce rimanendo a …

Tessuto cordoide Leggi tutto »

Giunzione neuromuscolare

La giunzione neuromuscolare (o placca motrice o sinapsi neuromuscolare o giunzione mioneurale) è la giunzione (sinapsi) periferica che si forma tra una fibra nervosa (di un motoneurone) e una fibra muscolare striata scheletrica. Prima di innervare la fibra muscolare, la fibra nervosa effettrice di divide in due o più rami in corrispondenza di un nodo di Ranvier …

Giunzione neuromuscolare Leggi tutto »

Tessuto osseo

Il tessuto osseo è una forma specializzata di tessuto connettivo, caratterizzata dalla mineralizzazione della matrice extracellulare, che conferisce al tessuto durezza e resistenza. Costituisce la maggior parte dello scheletro dei vertebrati. Ha funzione di sostegno, di protezione degli organi interni, di immagazzinamento di sali minerali. Gli elementi istologici del tessuto osseo sono: osteoblasti: sono responsabili della produzione …

Tessuto osseo Leggi tutto »

Sostanza fondamentale

Le cellule e le fibre del tessuto connettivo sono immerse in un liquido colloidale e vischioso amorfo denominato sostanza fondamentale o sostanza intercellulare amorfa. La sostanza fondamentale è una rete tridimensionale, più o meno fitta, formata da glicosaminoglicani (GAG), glicoproteine e aggregati di proteoglicani che hanno la capacità di legare acqua e di rendere così la matrice permeabile …

Sostanza fondamentale Leggi tutto »

Tessuto connettivo

I tessuti connettivi sono definiti tali per la loro funzione di connettere, funzionalmente e strutturalmente, altri tessuti all’interno dell’organismo. Fornisce supporto strutturale e metabolico agli altri tessuti, per questo motivo è stato proposto il termine di “tessuto di supporto”. Sono anche considerati tessuti a funzione trofica (in quanto attraverso di essi avvengono gli scambi nutritizi) e tessuti a funzione meccanica (in …

Tessuto connettivo Leggi tutto »

Torna su