Fibra elastica

Le fibre elastiche sono una componente dei tessuti connettivi e vengono sintetizzate dai fibroblasti, dai condroblasti, dai condrociti e dalle cellule muscolari liscie. Sono formate principalmente dalla proteina elastina. In alcuni organi è molto importate che il tessuto connettivo sia elastico.

Le fibre elastiche presenti nel tessuto possono scorrere, allungarsi o deformarsi a causa di sollecitazioni esterne, ma hanno la proprietà di riportare l’organo o il tessuto in cui sono contenute nella situazione originaria. Tessuto connettivo ricco di fibre elastiche si trova, ad esempio, nell’epiglottide, nella vescica urinaria e nella tonaca media delle arterie.

Nelle normali colorazioni topografiche, come l’Em-Eo o l’Azan Mallory, le sottili fibre elastiche non sono facilmente distinguibili dalle altre fibre ma, in fase di riposo e non stirate, possono essere distinte per il loro andamento marcatamente ondulato. Per uno studio accurato sulla presenza di fibre elastiche si deve ricorrere a colorazioni elettive per l’elastina, come la resorcin fucsina di Weigert che, su un fondo praticamente incolore, fa spiccare l’elastina in viola-nero intenso.