Cerchio di perpetua apparizione

In Astronomia si definisce cerchio di perpetua apparizione il parallelo della sfera celeste che delimita le stelle circumpolari, ossia quelle stelle che in un determinato posto della Terra distano dal polo celeste visibile, attorno a cui ruotano, di una distanza angolare pari o minore alla latitudine del luogo. Cerchio di perpetua occultazione

Celostato

Il celostato (o celostata) è uno strumento astronomico consistente in un sistema di specchi, che girando in maniera sincrona al moto di rotazione terrestre, trasmette la visione dell’astro inquadrato ad uno strumento ottico fisso che così riesce a seguire comunque il moto apparente della sfera celeste senza le necessarie regolazioni.

Cefeidi

Le cefeidi sono particolari tipi di stelle variabili caratterizzate dal fatto di variare la loro luminosità in funzione di un periodo che è direttamente proporzionale alla loro magnitudine assoluta. Da questi due dati è possibile risalire con precisione alla distanza della stella.

Lente di Barlow

La lente di Barlow è la lente divergente di un telescopio che aumenta la lunghezza focale dello strumento e quindi l’ingrandimento.

Grani di Baily

In Astronomia, i grani di Baily sono degli effetti ottici-luminosi che avvengono naturalmente durante una eclissi solare totale, creato dalla luce solare, che attraversando le alture lunari appare lungo il bordo eclissato della nostra stella come dei pallini luminosi.

Azimut

L’azimut rappresenta la distanza angolare fra l’intersezione con l’orizzonte del cerchio verticale passante per l’oggetto osservato ed il polo Nord. Si misura sull’orizzonte, in senso orario, da 0 a 360 gradi a partire dal polo Nord.

Sole

Il Sole è la stella al centro del Sistema Solare. È una sfera quasi perfetta di plasma caldo, riscaldata fino all’incandescenza dalle reazioni di fusione nucleare nel suo nucleo, che irradia energia principalmente come luce visibile e radiazione infrarossa. È di gran lunga la fonte di energia più importante per la vita sulla Terra. Attività …

Sole Leggi tutto »

Atmosfera

L’atmosfera è un “guscio” di natura gassosa che avvolgendo i corpi celesti li separa, come per quella terrestre, dallo spazio esterno creando così una protezione contro particelle, radiazioni nocive e corpi vaganti nello spazio (meteoriti).

Gravità specifica (densità relativa)

La densità di una sostanza riferita alla densità di un’altra sostanza nota, è detta densistà relativa \(d\), definita come il rapporto tra la densità della sostanza oggetto di studio e la densità di una sostanza nota di riferimento ad una determinata temperatura (tipicamente viene utilizzata acqua a 4 °C). Pertanto: \[d=\dfrac{\rho}{\rho_{acqua}}\] La densità relativa è una grandezza adimensionale anche …

Gravità specifica (densità relativa) Leggi tutto »

Afelio

Si definisce afelio il punto dell’orbita di un corpo del sistema solare di massima distanza dal Sole.

Astrolabio

L’astrolabio è uno strumento di misura astronomico usato anticamente per misurare l’altezza di un corpo celeste dall’orizzonte.

Apastro

Si definisce apastro il punto dell’orbita ellittica di una stella binaria di maggior distanza dal fuoco.

Apogeo

L’apogeo rappresenta il punto dell’orbita lunare, o di un satellite artificiale, di maggior distanza dalla Terra.

Sistema di riferimento inerziale

Si definisce sistema inerziale quel sistema in cui i punti materiali “isolati” permangono, se essi sono in stato di quiete, nello stato di quiete preesistente.

Primo principio della dinamica

Il primo principio della dinamica (detto anche principio di inerzia e dei sistemi inerziali), afferma che in un sistema inerziale un punto materiale, isolato (ovvero non sottoposto ad azioni esterne), permane nel suo stato di quiete o di moto rettilineo uniforme, indefinitamente fin quando non agisce su di esso una forza o un vincolo capace di …

Primo principio della dinamica Leggi tutto »

Principio di relatività (o principio zero)

Il principio di relatività è uno dei principi fondamentali della fisica moderna, enunciato per la prima volta da Galileo e ripreso successivamente da Einstein, stabilisce che: Le leggi di una teoria fisica devono essere valide in ogni sistema di riferimento (omogeneo) assunto; ossia devono risultare invarianti, tali che, per uno stesso fenomeno sperimentato in sistemi di riferimento distinti, le …

Principio di relatività (o principio zero) Leggi tutto »

Terzo principio della dinamica

Il terzo principio della Dinamica (detto anche terza legge di Newton o principio di azione e reazione) stabilisce che se un corpo materiale esercita una forza su un altro corpo materiale, allora il secondo reagirà esercitando sul primo una forza uguale e contraria, diretta lungo la retta congiungente i due punti materiali interagenti.

Secondo principio della dinamica

Il secondo principio della Dinamica (detto anche seconda legge di Newton o principio di proporzionalità) esprime l’azione di una forza agente su un corpo materiale, o una forza risultante di un insieme di forze agenti su un corpo, come l’accelerazione nella stessa direzione e nello stesso verso della forza applicata, moltiplicata per la massa del …

Secondo principio della dinamica Leggi tutto »

Semiretta

Si definisce semiretta il luogo dei punti avente origine in un punto O dal quale si susseguono in serie continua infiniti punti. Il punto O è chiamato origine della semiretta. Semirette interne ad un angolo Considerando un angolo qualsiasi (non nullo), tra i due lati dell’angolo esistono infinite semirette che hanno come origine il vertice dell’angolo stesso. …

Semiretta Leggi tutto »

Segmento

Si definisce segmento una porzione (insieme di punti interni) di una retta compresa tra due punti A e B (chiamati estremi del segmento). Un segmento divide in due semirette (aventi come origine, rispettivamente, i punti A e B) la retta su cui giace. Le due semirette vengono dunque chiamate prolungamenti del segmento AB. Due segmenti si dicono consecutivi se hanno …

Segmento Leggi tutto »

Metodo dell’angolo aggiunto

Il metodo dell’angolo aggiunto è uno dei metodi utilizzabili per risolvere le equazioni goniometriche lineari attraverso l’applicazione delle formule di addizione e sottrazione. \[a \sin x +b \cos x = A \sin(x+\phi)\] oppure: \[a \sin x +b \cos x = A \cos(x+\phi)\] L’angolo \(\phi\) è detto angolo aggiunto. La seguente uguaglianza è verificata sotto le seguenti condizioni: …

Metodo dell’angolo aggiunto Leggi tutto »

Angoli associati

In Goniometria, si definiscono angoli associati quelle coppie di angoli che possiedono particolari relazioni tra le loro funzioni goniometriche. Nella circonferenza goniometrica chiamiamo angoli associati gli angoli \(\alpha\), \(\pi-\alpha\), \(\pi+\alpha\) e \(2\pi-\alpha\). Tali angoli hanno in valore assoluto stesso seno e stesso coseno. Formule degli angoli associati del secondo quadrante \(\cos(\pi-\alpha)=-\cos\alpha\) \(\sin(\pi-\alpha)=\sin\alpha\) \(\tan(\pi-\alpha)=-\tan\alpha\) Formule degli angoli associati …

Angoli associati Leggi tutto »

Reometro

I reometri sono strumenti di misura utilizzati per misurare la viscosità dei fluidi non omogenei per i quali non è possibile dare un semplice valore della viscosità e perciò richiedono la misura di un numero maggiore di parametri rispetto a un viscosimetro.

Viscosimetro

I viscosimetri sono strumenti di misura utilizzati per determinare la resistenza o la viscosità dei fluidi. Trovano applicazione in laboratori specialistici, ma anche nei sistemi di controllo dei processi di produzione, dove possono essere d’aiuto nella regolazione di tali processi. Per determinare la viscosità esistono differenti tipi di viscosimetri e si distinguono per il principio …

Viscosimetro Leggi tutto »

Reologia

La Reologia (dal greco antico ῥέω, reo, ossia “scorrere”, e -λογία, -logìa, ossia “discorso, espressione, teoria”) è la disciplina che studia le proprietà di scorrimento (il moto e la deformazione) dei materiali; in altre parole è la scienza che studia le deformazioni della materia (solidi e fluidi) quando questa è sottoposta a sforzi, con particolare …

Reologia Leggi tutto »

Tessuto secretore

I tessuti secretori sono tessuti vegetali definitivi atti alla produzione di sostanze capaci di difendere la pianta da attacchi di patogeni attenuandone gli effetti o prevenendone l’azione. Si riconoscono tre strutture dei tessuti secretori: vasi laticiferi, canali secretori e peli secretori. Sono organizzati in modo molto variabile, possono essere interni o esterni alla pianta, comprendono singole cellule, …

Tessuto secretore Leggi tutto »

Sclerenchima

Lo sclerenchima (tessuto sclerenchimatico) è, assieme al collenchima, un tessuto vegetale definitivo (tessuto meccanico) presente esclusivamente nelle spermatofite. Questo tessuto conferisce elasticità, ed ha il compito di irrobustire ed irrigidire gli organi che hanno terminato la loro crescita. Le sue cellule possiedono una parete secondaria, cioè uno strato di parete all’interno della parete primaria, che frequentemente subisce un …

Sclerenchima Leggi tutto »

Collenchima

Il collenchima (tessuto collenchimatico) è un tessuto vegetale definitivo formato da cellule allungate e vive, con un grosso vacuolo centrale che preme il citoplasma contro la parete cellulare. Fa parte, insieme allo sclerenchima, dei tessuti meccanici. Si trova nelle piante superiori vascolari (spermatofite). Le cellule collenchimatiche si riconoscono facilmente in sezione perchè hanno una parete …

Collenchima Leggi tutto »

Torna su